Slytrade ltd - 29 Hearly Street, London W1G9QR (UK) - Company Rec.: 8503494

Crisi Italiana? Portiamo le industrie Italiane in Brasile

In italia, oggi, per una azienda e' praticamente impossibile vivere e fare programmi per il futuro. Pertanto il vero imprenditore ha iniziato a valutare l'opportunita di spostarsi in mercati emergenti. Oggi l'ICE ha pubblicato un articolo che dimostra le potenzialita' del Brasile e come intende attirare investimenti stranieri sopratutto verso la realizzazione di grandi opere.

Il governo brasiliano spera di attrarre 470,1 miliardi Reais (circa 175 miliardi di Euro) da capitali privati per investimenti nelle infrastrutture attraverso concessioni pianificate. I dati sono stati presentati il 27 febbraio scorso da parte del ministro delle Finanze, Nelson Barbosa, nel corso della 40ª riunione plenaria del Consiglio di Sviluppo Economico e Sociale (CDES).

Gli stessi dati sono poi stati mostrati da esponenti del governo, a Londra e a New York.

Nel settore della logistica, sono programmate concessioni per un valore di 242 miliardi di Reais (circa 90 miliardi di euro), dei quali, la maggior parte destinati alle ferrovie.

Sono previsti inoltre 42 miliardi di Reais (circa 15,5 miliardi di euro) per le autostrade, 54,6 miliardi di Reais (circa 20,2 miliardi di euro) per i porti, 35,6 miliardi di Reais (circa 13,2 miliardi di euro) per il sistema ferroviario ad alta velocità e 18,7 miliardi di Reais (circa 6,9 miliardi di euro) per gli aeroporti, compresi quelli regionali.

Nelson Barbosa ha anche evidenziato le concessioni nel settore energetico, con 148,1 miliardi di Reais (circa 54,8 miliardi di euro), e di petrolio e gas, con 80 miliardi di Reais (circa 29,6 miliardi di euro). ''In questo modo avremo opportunità di investimento in Brasile nei prossimi anni per quasi 500 miliardi di Reais (circa 185 miliardi di euro). Non è incluso, ma vorrei prendere anche in considerazione l'etanolo. Il settore energetico è una priorità per noi e comprende petrolio e gas, l'elettricità e l'etanolo.

Nell’etanolo, le nostre azioni non prevedono concessioni ma l’aumento della competitività'', ha detto Barbosa.


Fonte: ICE Sao Paulo