Amazon per il Retail

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Aprire un negozio in Amazon o No? Amazon un concorrente o un partner commerciale? Questa la domanda che si pongono molte aziende di retail.

Oggi Amazon rappresenta non solo un centro commerciale online dove acquistare ogni tipo di prodotti, ma anche un ambiente digitale dove cercare prodotti da acquistare e confrontarli con in termine di venditori (offerta) che concorrenza di brand.

Pertanto la risposta alle domande sopra sono: Si le aziende di retail devono assolutamente aprire un proprio negozio in Amazon e vedere Amazon come un partner e non un concorrente.

 

Ora per capire quale strategia adottare al fine di sfruttare Amazon come canale di vendita e sopratutto canale media di promozione online dei propri prodotti, dobbiamo prima comprendere le diverse opportunità che Amazon offre ai merchant.

Le offerte Amazon business si differenziano in 2 macro categorie:
Retail
Marketplace
La formula Retail in genere offerta da Amazon a brand conosciuti e soprattutto ricercati nei diversi mercati (ad esempio italia), vede amazon come un rivenditore il quale acquista stock di prodotti, li inserisce nel proprio sistema di logistica e li rivende con la dicitura “prodotto venduto da Amazon”.

La seconda formula denominata Marketplace, invece, vede Amazon come un fornitore di spazi dove consentire ad un brand di aprire il proprio negozio autogestito ( come un centro commerciale che affitta spazi per negozi). In questa seconda formula Amazon si limita ad offrire servizi di vendita online (tra cui incasso con gataway bancari) e opzionalmente di logistica.

In entrambe le formule il prodotto in vendita su Amazon può essere classificato come PRIME, cioè distribuito dalla logistica di Amazon ( opzionale per la relazione marketplace). Questa modalità di gestione con logistica di Amazon viene denominata FBA.

Ora senza approfondire le offerte di servizio di Amazon, comprendiamo come approfittare in modo intelligente di tali servizi come azienda di retail.

Abbiamo accennato in testa articolo che dobbiamo vedere prima di tutto Amazon come canale media dove i prodotti devono essere trovabili ed acquistabili. In poche parole Amazon prende il posto di Google per le ricerche di informazioni su prodotti da acquistare sia online he offline. Infatti oggi molti utenti (soprattutto le ultime generazioni), consultano amazon prima di recarsi in un negozio per acquistare un prodotto. Cercano su amazon informazioni sul prodotto (lo ritengono una fonte ufficiale di informazioni di prodotto), confronto di prezi di vendita e sopratutto recensioni da parte di clienti che l’hanno già acquistato.

Scegliere prima di tutto tra offerta Retail e offerta Marketplace. Premesso che l'offerta Retail è una scelta solo se si è ricevuto una offerta in tale senso da Amazon, la quale sulla base delle sue analisi di mercato decide direttamente se offrire il Retail o no. L’offerta retail interessante nel caso in cui l’azienda non ha un digital office e non è in grado di amministrare direttamente le vendite online. Allo stesso tempo si deve considerare che una volta venduti i prodotti ad Amazon quest'ultima deciderà le politiche di ri-vendita e prezzo liberamente senza accettare alcuna regola di restrizione da parte del brand. Formula che in molti casi può generare problemi di concorrenza alle reti di distribuzione ordinarie.

L’offerta Marketplace, invece, rappresenta la modalità più flessibile che permetterà al brand di sviluppare le proprie strategie di distribuzione senza andare in conflitto con le reti distributive tradizionali. Per esempio si può decidere di vendere prodotti in amazon con politiche di prezzo che siano allineate con quelle delle reti distributive tradizionali tra cui rete negozi e anche ecommerce.

In entrambi i casi è fondamentale assicurarsi di listare in Amazon offerta per ogni prodotto a catalogo. Con la Modalità marketplace questo è possibile sincronizzando, per esempio, il catalogo amazon con il catalogo del sito ecommerce, gestendo direttamente gli ordini e i servizi di logistica.

Una volta che tutti i prodotti del catalogo sono acquistabili anche in Amazon con le stesse condizioni del ecommerce, si può incominciare a pensare al marketing. Con marketing si intende il decidere le strategie di vendita e di non vendita di prodotti in amazon. Non vendita nel caso in cui si vuole avere si il prodotto acquistabile su amazon ma non lo si vuole vendere a condizioni che possono creare conflitti di interessi con altre reti distributive.

Per i prodotti che invece si vuole vendere e stra vendere in amazon prima di utilizzare gli strumenti di promozione digitale si deve renderli acquistabili dagli utenti PRIME.a questo fine si devono selezionare tali prodotti al fine di metterli disponibili presso la logistica di Amazon. Attività non facile in quanto i prodotti verranno venduti si dal brand ma consegnati da amazon. Per tale modalità si devono pianificare complesse integrazioni di sistemi che consentiranno all'azienda di brand di vedere la logistica di Amazon come un magazzino differito (conto deposito).

In conclusione di articolo, fondamentale listare ogni prodotto di catalogo su amazon rendendoli acquistabili nel marketplace. Definire strategie di vendita cross-canale dove ci saranno prodotti con vendita forzata su Amazon e altri con vendita forzata su altri canali come l’ecommerce e la rete di negozi fisici.

  • Visite: 197

You have no rights to post comments

Servizi a pagamento amministrati da:
Brokerad Ltd
71-75, Shelton Street, Covent Garden
London WC2H 9JQ, United Kingdom
VAT: GB239193193

Social Network